Mezzi pubblici gratuiti: in Italia si può!

Posted on ottobre 22, 2012

0


Se pensate ogni giorno che gli aumenti sui prezzi dei trasporti pubblici locali siano inaccettabili, beh potreste prendere in considerazione l’idea di trasferirvi per risolvere il problema. Già, perché esistono alcuni comuni in cui i mezzi di trasporto pubblici sono del tutto gratuiti. Sì, avete sentito bene: si viaggia gratis e senza avere il problema di prendere l’auto. E, cosa da non sottovalutare, non c’è neanche bisogno di andare molto lontano. Non stiamo parlando infatti della moderna Svezia o dell’efficiente Svizzera, ma proprio della nostra penisola: in Italia alcuni comuni han deciso di adottare questa singolare iniziativa, con risultati estremamente soddisfacenti. Tra questi possiamo citare quello di Settimo Torinese, dove, dal 10 settembre scorso, è stato abolito il biglietto (che costava 65 cent) e tutti possono viaggiare sugli autobus comunali senza spendere un solo euro. Questa decisione, secondo l’assessore ai trasporti del piccolo comune del Nord, è stata presa per favorire gli spostamenti degli anziani (che spesso faticano nella guida dell’auto) e per aiutare le famiglie in difficoltà per via degli aumenti del prezzo del carburante. Per arrivare ad abbattere totalmente il costo del biglietto è stato necessario razionalizzare le linee degli autobus e tagliarne alcune, le quali però, assicurano dal Comune, erano utilizzata massimo da una due persone per volta.

Stesso avviene nel comune di Pontecagnano Faiano, stavolta in quel di Salerno, dove invece si viaggia gratuitamente già dallo scorso anno, grazie ad un accordo tra comune e CSTP, la società che gestisce il trasporto locale. In questo modo, secondo l’amministrazione, si è tutelato l‘ambiente e si è favorita la mobilità del centro cittadino, cercando allo stesso modo di eliminare (o quantomeno ridurre in maniera drastica) il traffico che colpiva la città.
Due ottimi esempi virtuosi anche in momenti di crisi economica. I più scettici potrebbero far notare un elemento fondamentale: sia il comune di Settimo Torinese che quello di Pontecagnano Faiano hanno una popolazione di alcune decine di migliaia di abitanti. Il loro modello virtuoso potrebbe essere riproducibile anche in città più vaste?
In questo caso intervengono in nostro soccorso l’Europa e il resto del mondo. A Sidney, oltre 4 milioni di abitanti, ci sono alcune linee totalmente gratuite, mentre, volendo rimanere all’interno del vecchio continente, dal prossimo anno la moderna Tallin (400.000 abitanti) garantirà ai suoi cittadini la gratuità dei mezzi di trasporto pubblici. In quest’ultimo caso son stati proprio i cittadini a richiederlo, attraverso un referendum.
Insomma, avere l’autobus gratis si può. Forse servirebbe solo utilizzare le risorse in maniera migliore. E cominciare a credere che nella vita non possiamo continuare a pagare tutto.

Annunci
Posted in: Articoli, Attualità